mercoledì 19 dicembre 2012

(My) Xmas Stollen




Tutto è pronto, o meglio quasi. Diciamo che ormai la ‘fabbrica’ di dolci ha chiuso i battenti, ed è passata alla fase ‘impacchettamento’. I sacchettini, rigorosamente a quadrettini bianchi e rossi, invadono il giro scale, la dispensa e il ripostiglio. Bigliettini di auguri sparsi per tutta la casa, pennarelli oro, bianco e argento, nastrini dappertutto, sembra davvero di essere nel Paese di Babbo Natale ( e noi ovviamente siamo i folletti).
Pian piano però la fretta e lo stress scompaiono, si sente sempre di più il profumo del Natale, l’emozione sale, la gioia per festeggiare insieme questo giorno importante aumenta.
I preparativi, ovviamente, non volgono al termine, sarebbe troppo facile. Bisogna parlare del Menù sia per la cena della Vigilia, che per il pranzo di Natale, pensare agli addobbi e ai decori della tavola.




Prima però di passare completamente al periodo natalizio, non potevo non proporvi l’ultima idea per i regali di Natale. So che alcuni mi malediranno, dicendo che ormai è troppo tardi per pensare ad altri cadeaux, forse (ci avevo pensato) avrei potuto pubblicarlo prima, ma credetemi, per il dolce di cui vi parlerò adesso farete sicuramente un’ eccezione. Senza dubbio lo avrete ancora sentito nominare, essendo uno dei dolci più famosi della tradizione tedesca, austriaca e altoatesina. Lo stollen. Quel cake ricco, con tantissimi ingredienti all’interno. L’originale sarebbe una pasta lievitata, coperta da un generoso manto di zucchero a velo.
Ecco, stiamo parlando di questo anche nel mio caso, più o meno. Diciamo che la mia di versione è un po’ diversa. Forse troppo diversa, nel senso che lo chiamiamo Stollen, probabilmente solo perché fa Natale. Per me però, anche se so che sbaglio esiste solo questa possibilità. E’ la migliore in assoluto, è così.
Io la chiamo la versione light, perchè è davvero leggera, rispetto agli altri dolci natalizi. Infatti, essendoci la ricotta, risulta molto morbido, con le albicocche secche a pezzetti e le mandorle a filetti che danno quel tocco croccante. Consistente, altrimenti non sarebbe uno Stollen, ma assolutamente non pesante, o stucchevole (l’originale, se lo conoscete, sapete che da questa sensazione), con un leggero aroma di limone e un pizzico di cannella, che ci vuole, sempre.
Io ve lo consiglio, davvero. Vedrete, lo amerete dal primo boccone, ne sono certa. E’ una delle ricette più care alla mia famiglia, è un must di ogni Natale. Fidatevi, è speciale, se non lo fosse, non sarebbe il protagonista di questo post.
E se è troppo tardi per trasformarlo nei regalini per i propri cari, utilizzateli come segna posto per i vostri ospiti.  A mo’ di pacchettino, con il biglietto riportante il nome, colpirete tutti. Potranno portare il dolce a casa, o potete anche considerarlo il dolce di fine pasto, che ognuno aprirà con orgoglio.
Allora, vi ho convinti? Spero proprio di sì.



[La parentesi delle foto]

Inquadrature un po’ diverse, volevo creare più movimento, chissà se ci sono riuscita. Ogni tanto sento la necessità di cambiare, di rendere meno statica la foto. Non mi piace ottenere sempre lo stesso risultato. Ancora bianco e rosso, ancora nastrini (ormai ci ho preso gusto ;)), lo zucchero a velo da quel tocco di neve magico, il piattino fa proprio Xmas. Anche queste credo siano a tema, danno quella sensazione di intimo di casa. Volevo proprio fossero così. Come se fossimo lì, a fare i pacchetti, mentre rubiamo le bricioline dello Stollen, sparse qua e là. 


Mini-stollen di Natale alla ricotta
per 8-9 pirottini da panettoncini

Ingredienti:

250 g di ricotta
150 g di burro, sciolto
150 g di zucchero
400 g di farina bianca, setacciata
1 uovo
1 bustina (scarsa) di lievito per dolci bio
scorza di un limone bio, grattugiata
1 pizzico di polvere di vaniglia Bourbon
1 cucchiaino di cannella in polvere
100 g di mandorle a filetti (o scaglie)
200 g di albicocche secche denocciolate, a pezzetti

In una ciotola capiente mescolare: ricotta, burro, zucchero, il pizzico di vaniglia, il limone, la cannella, e l’uovo. Impastare accuratamente, unire poi la farina, in più passaggi e il lievito. Unire infine le mandorle e le albicocche, ottenendo un impasto omogeneo e consistente.
Spostare successivamente l’impasto su una spianatoia infarinata e formare delle piccole palline, da inserire nei pirottini da forno (usa e getta). Riempire di pasta i pirottini fino a 2/3, infornare poi a 180° per 40 minuti. Controllare la cottura con lo stecchino. Sfornare e raffreddare.



Note:
-   una volta pronti i dolcetti, impacchettarli immediatamente. Se volete rendere il dolce più tradizionale, spennellate una volta freddo il dolce con un velo di burro fuso, spolverateci sopra lo zucchero a velo e facendolo aderire alla superficie. Potete poi confezionare il dolce normalmente, prima nella pellicola e poi nella carta per il pacchetto, quando lo zucchero sarà asciutto completamente.
-   Potete dare la forma che preferite al dolce. Per esempio, dividendo l’impasto a metà, otterrete due pagnotte grandi. Altrimenti si possono usare altre forme (a cuore, ciambella o il classico cake). Consiglio però sempre di usare stampi in cartone, così potrete cuocere e regalare lo Stollen direttamente, senza doverlo spostare.
-   Potete aggiungere all’impasto uvetta o altra frutta secca, Per esempio si potrebbe fare un misto, con 100 g di uvetta e 100 g di albicocche secche. L’importante è non superare le dosi della ricetta, però si può sostituire con gli ingredienti che più preferite.

16 commenti:

  1. mi hai convinta!!!ora è nella lista delle cose da provare...con la ricotta mi piacerà sicuramente :)
    per le foto ti ho già detto...mi piacciono proprio...essenziali ed eleganti!!!!
    un bacione grande!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sapevo ;) sono certa che te ne innamorerai ! :)
      ti ringrazio, come sempre, per i preziosi consigli ;) effettivamente ora è un post proprio equilibrato ;) grazie infinite ;)
      ps. - 4 ... :)))

      un abbraccio,

      M.

      Elimina
  2. mai fatto lo stollen, ma non ti nego, mi hai fatto venire voglia di provarci!
    Ho ancora dei regalini home made da fare.......
    Un abbraccio e auguroni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simo :) Sono contenta ti abbia fatto incuriosire :)
      beh, se ti manca ancora qualcosa, questo è quello che ci vuole! Non ne rimarrai delusa, fidati, e lascerai tutti a bocca aperta ;)

      ps. se lo provi fammi sapere :)
      un bacio e tanti auguri anche a te,
      M.

      Elimina
  3. Risposte
    1. Ciao Stefania! Ti ringrazio :)
      buona giornata :)
      M.

      Elimina
  4. Che bello. In questo momento ti sto pensando in una casetta di legno scuro, con spazi stretti come un giro scale, pieni di tutti quei colori, e la luce soffusa. Sei davvero riuscita a ricreare attraverso le parole come vivi il Natale. E i pacchettini? I miei non sono così belli, ma mi diverte un sacco prepararli! :))

    Un bacione Marti :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marti cara, che bello ritrovarti. :)
      Io la casetta con 'spazi stretti come un giro scale' ce l'ho proprio, e sarebbe bello farci lì i pacchettini, al calduccio, con nastrini da ogni parte e zucchero a velo sparso qua e là.
      Sì, il Natale per me ha tantissimo significato. e ci tenevo a ricreare l'atmosfera .
      per i pacchettini, merito di mia madre, lei è bravissima, e io provo ad imitarla, con risultati più o meno soddisfacenti ;)

      un bacio grande Pips, a presto
      M.

      Elimina
  5. Marti, sono bellissimi. Pensa che io ancora vorrei provare a fare il panettone.. sì, sono in ritardo lo so, ma gli esami sono appena finiti e il tempo prima non c'era :)
    Ti abbraccio forte dolce Marti :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ile :) questi, anche se ci assomigliano, non sono panettoncini, sono proprio un dolce diverso :) io li preferisco! Sai che comunque non si è mai abbastanza in ritardo, se poi gli esami sono finiti, ci si può rilassare anche in cucina ;), no? ;)
      ps. io non faccio testo perchè cucinerei 24 ore su 24 se potessi ;)

      Un abbraccio grande anche a te,
      M.

      Elimina
  6. è una fucina quella cucina...! :)))
    ti vedo Marti, indaffarata e piena di energia..
    hai proprio ragione: lo stollen originale è "gnucco". troppa roba... questo invece è leggero e non impacca. decisamente una ricetta che vale la pena fare. e veloce, come deve essere per i dolci last minute di questi giorni!!

    foto belle, atmosfera perfetta

    ti abbraccio z.T.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sissignora, sul serio ;)
      Sai che volevo usare proprio il termine 'gnucco' per rendere l'idea, poi ho pensato fosse troppo dialettale, ma in realtà è il termine più appropriato :)
      tu lo conosci e come dici, è leggero e veloce, quello che ci vuole per noi folletti indaffarati ;)

      ti voglio bene, z.T.
      bacio
      M.

      Elimina
  7. Bella ricetta, bei pacchetti...foto stupende, il movimento c'è...con l'inquadratura leggermente sbilanciata che da proprio la sensazione del dinamismo!
    Buon Natale!
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cri :) grazie infinite, sono felice che ti piaccia il post :)
      inoltre hai colto anche il dinamismo che volevo 'trasmettere', meglio di così, cosa potrei chiedere? ;)
      Buone Feste anche a te ( un po' in ritardo :P), ti auguro un meraviglioso 2013 :)
      baci
      M.

      Elimina
  8. rieccomi finalmente, riemersa da questo periodo intensissimo!!! grazie infinite per lo stollen delizioso che mi hai regalato.. è una meraviglia davvero!!! lo dico sempre io che sei bravissima, e, anche se non ce n'era bisogno, ne ho avuto la conferma.. sei fantastica!!! ♥ spero che tu abbia passato un meraviglioso Natale, ti auguro di passare delle splendide feste con la tua dolcissima famiglia e ti auguro di cuore un 2013 pieno di successi e soddisfazioni perché te lo meriti proprio tesoro! ♥♥♥

    RispondiElimina
  9. Giulia cara, che bello sentirti:) Immagino quanto possa essere stato frenetico questo dicembre, per me è stato lo stesso, ti capisco benissimo e sei stata bravissima, davvero!
    Sono proprio contenta ti sia piaciuto lo stollen, ci tenevo a dartelo e non devi proprio ringraziarmi per nulla ;)
    Mi fai commuovere con tutte queste belle parole, sei carinissima :)
    Il mio Natale è stato meraviglioso grazie, e spero sia stato così anche per te ;) Anche io ti auguro un 2013 fantastico, felice, nuovo, stimolante. Con tante emozioni :)

    Grazie per tutto cara, di cuore <3
    un bacio
    M.

    RispondiElimina