venerdì 15 marzo 2013

It’s a Guinness one.




Aspettavo questo momento da un po’. Lo avevo architettato, sapete che io le cose non le faccio quasi mai a caso, anzi diciamo pure mai ;).
Ho la tendenza ad organizzare un po’ tutto, anche questo lo ho detto più volte, ma è come se a volte sentissi la necessità di farlo, per avere o almeno provare ad aver il controllo.
Poi le cose vengono meglio, in alcuni casi è proprio così.

A volte non si sa come sarà il risultato. Può essere un successo, come un flop. Non si può prevedere, e a volte le aspettative non verranno superate o eguagliate. Io comunque come tattica, la utilizzo spesso e la applico a tante cose. Fidatevi, essere organizzati (non per forza metodici) porta buone cose, spesso.






Guinness. Sì parliamo proprio di guinness. Della vita, del ‘lavoro’, di me. Nel post precedente vi avevo già accennato di piccole soddisfazioni che ,alla fine, stanno prendendo forma. Volevo festeggiare queste decisioni/ occasioni con qualcosa di speciale, appunto da sfornare nel momento giusto.
Io sono famosa per questo. Tengo nascosti alcuni particolari, più o meno rilevanti, poi quando è il tempo adatto, quando sento che è il momento, ecco che li scopro. Creo sorpresa, sconvolgo, incuriosisco. E’ un’arma che è mia, che ho saputo conoscere crescendo. Che fino a poco tempo fa chiamavo ‘comunemente’ riservatezza e timidezza. Ormai però io l’ho capito. E’ solo tattica, rifletteteci è così.
Così ecco la mia sorpresa di oggi. O meglio, non lo è propriamente. Chi ‘smanetta’ in questo mondo non può non conoscere questo dolce. Guinness chocolate cake. Il sogno di ogni blogger. O almeno il mio lo era di sicuro.
 So che mi accontento di poco, penserete voi. Per prima cosa però, da queste parti i prodotti reperibili sono ben pochi. Quindi, non dico che la birra sia arrivata direttamente dall’Irlanda, ma poco ci manca. Diciamo che devo sempre scomodare qualcuno, che abita in città, che mi faccia il meraviglioso piacere di diventare il mio personale corriere. Alla ricerca di più o meno pazzi ingredienti. Proprio per questo probabilmente ci sono ricette che hanno valore per me. Anche il loro sapore, è differente. Sa di pazienza e clemenza.
Ecco che a questo punto arriva il secondo punto. Quanto siano speciali, come se volessi regalare loro un significato particolare.
Così, un po’ per celebrare e allo stesso tempo per provare ecco che vi propongo la torta più eccezionale che io abbia mai assaggiato. Come ho già detto non è necessario descriverla con tante parole (in qualunque caso per chi non lo sapesse, è un torta tipica dell’Irlanda caratterizzata dalla presenza della birra scura nell’impasto, così aromatica, che da al dolce un tocco indescrivibile, in unione con il gusto del cacao. Le cheese cream poi, non parliamone ;)).
Una cosa però ci tengo a sottolinearla. La ricetta è di Katie, il guru-la maestra-il sogno (irlandese di nascita, tra parentesi). Ho sempre provato molta ammirazione per il suo lavoro, e rispetto. Quasi troppo, non avevo il coraggio di testare le sue preparazioni, men che meno fotografarle. E’ come se provassi un sentimento di inferiorità, come se tra me e me dicessi, ma chi sei tu per diventare (provare a farlo) come lei. Poi, finalmente ho deciso di non pensarci troppo su, che non sarebbe morto nessuno, che a lei non sarebbe cambiato niente. Addirittura non ho tentato perfino di cambiare o rivoltare la ricetta. No. L’ho fatta, così com’era la sua. Con qualche modifica italianizzante, ma niente di incisivo. Perché dopotutto, non c’è proprio nulla di male. Finalmente l’ho capito anch’io. Mi ha portato fortuna tra l’altro (cfr. le foto. Direi che stiamo migliorando signorina, ne vado letteralmente pazza!).
E’ davvero speciale, non avrei creduto potessi completamente innamorarmene. Tra pochi giorni (il 17) sarà San Patrizio, il patrono dell’ Irlanda, quindi perché non cucinare questo orgoglio irlandese in questa occasione, come da tradizione?!



Ah a proposito: questa Guinness c.c è speciale per un altro motivo, tra le altre cose. E’ la torta che rappresenta una persona davvero importante, che nella mia vita, fa la differenza.
Auguri Mum :) !


Guinness chocolate cake (torta al cioccolato e birra Guinness)

Ingredienti:
per la base di torta:

250 g di burro, tagliato a tochhetti
250 ml Guinness
75 g cacao di qualità
275 g farina, setacciata
2 cucchiaini di bicarbonato di sodio
400 g di zucchero
2 uova, medie
150 ml di panna
1 cucchiaino di vaniglia Bourbon in polvere (o estratto di vaniglia)

Per la base della torta:
  1. in una casseruola far sciogliere il burro con il cacao e la birra Guinness. Scaldare a fiamma media e mescolare fino a che il burro si è completamente sciolto. Mettere da parte e lasciar riposare dai 5 ai 10 minuti, affinchè si raffreddi leggermente.
  2. Nella ciotola della planetaria (o altro mixer) aggiungere farina, bicarbonato e zucchero e mescolare gli elementi secchi, compresa la vaniglia se usate quella in polvere. Versare all’interno il liquido di burro-cacao-birra e incorporare tutti gli ingredienti. Aggiungere infine le uova, continuando a sbattere il composto, e per ultima la panna. Continuare a combinare il tutto. L’impasto deve essere spesso e color cioccolato scuro.
  3. Spostare l’impasto in uno stampo dai bordi alti e con i lati lisci, ben imburrato. Infornare per 1 e 15 min. /30 min. a 180°.
  4. Dopo aver testato la cottura con lo stecco, lasciar raffreddare completamente il dolce nel suo stampo prima di sformarlo e posizionarlo su una gratella per dolci.

Per il frosting:

200 g di formaggio spalmabile (io Robiola, è più neutra di sapore)
150 g di zucchero a velo
150 ml di panna, montata

  1. Mettere il formaggio nella ciotola del mixer e sbattere a velocità media con la frusta. Continuare fino a che il formaggio è morbido e cremoso, possibilmente senza grumi.
  2. Gradualmente aggiungere, a cucchiaiate, lo zucchero a velo, continuando a sbattere delicatamente con le fruste. Quando gli ingredienti saranno incorporati e il composto sarà privo di grumi potrete togliere la ciotola dal mixer e aggiungere la panna montata, mescolando con delicatezza (dal basso verso l’alto).
Il frosting deve essere denso, non eccessivamente compatto. Se risultasse al contrario liquido aggiungere altra panna.

Comporre infine la torta spalmando sulla superficie della base il frosting, senza uscire dal perimetro della circonferenza, senza farlo cadere sui lati.


Note:
-gli ingredienti devono essere tassativamente a temperatura ambiente, in particolare birra e uova. E’ buona abitudine compiere ciò per ogni genere di dolce.
-la ricetta originale del frosting prevedeva l’utilizzo di 300 g di formaggio. Ho preferito diminuire la dose a 200 ed equilibrare con la panna. In questo modo anche il gusto è più delicato, oltre che prediligevo la consistenza. Voi potete seguire i vostri gusti, ovviamente.
- la torta deve risultare umida, a mo’ di tenerina (doppiamente alta e spugnosa). Controllate con attenzione la cottura che può ingannarvi. Deve comunque formarsi una crosticina, grazie alla prova stecco capirete quando è pronta. Non è un dolce particolarmente delicato, quindi non preoccupatevi se la superficie si scurisce prima, non è assolutamente bruciato.



27 commenti:

  1. Condivido con te l'ammirazione per Katie...ma penso che tu sia molto, molto brava, con le ricette e con le foto! Ammiro molto il lavoro che fai con il blog, e trovo che tu migliori ad ogni post :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Chiara, sei sempre molto gentile, apprezzo molto il tuo parere! Sono felice che tra i post si veda il mio miglioramento ;) ci metto anima e corpo, e quello che hai detto tu è la vera soddisfazione :)
      a presto, ancora molte grazie,
      M.

      Elimina
  2. Oggi ti sei proprio superata! Le foto sono una meraviglia e suppongo che anche la ricetta lo sia! Da brava blogger è anche il mio sogno, questa torta mi ha sempre affascinata. Sarà per il colore o per l'aspetto così ricco, ma mi piace parecchio! Forse prima o poi farò come te e mi cimenterò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Ma grazie cara ;) quanto sono contenta?! :)
      IO te la consiglio con tutto il cuore, davvero, ti sorprenderà!! Provala, provala, provala! Vedrai, non riuscirai più a farne a meno :)
      fammi sapere se prima o poi la cucini, mi raccomando! :)
      un bacio,
      M.

      Elimina
  3. eh io la amo...... ma tanto tanto!
    :)
    ciao Martina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io. Da morire :)
      ciao Babs ;)
      :)

      Elimina
  4. Spettacolo.
    Capisco tutto il ragionamento sulla "pazienza", dà, effettivamente, una marcia in più a ciò che prepari e vai ad assaggiare.
    Foto splendide.

    :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Agnese cara:)
      vero che fa la differenza?!
      ti adoro. Grazie di cuore <3 <3
      M.

      Elimina
  5. meraviglioso il tuo blog e meravigliosa la torta!!!
    stavo cercando una torta da preparare per il giorno di san patrizio..questa è perfetta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Chiara! :)
      ti ringrazio, mi fa molto piacere ti piaccia il mio piccolo spazio!
      Beh, se davvero stai cercando il dolce giusto per S. Patrizio non puoi non cucinare il dolce irlandese per eccellenza! Davvero, non puoi andare più sul sicuro. Fidati! :)

      ps. se la provi fammi sapere com'è riuscita :)

      ti aspetto presto, grazie ancora
      M.

      Elimina
    2. rieccomi Martina! :)
      non potevo trovare torta più buona!!!
      è riuscita benissimo! conquistando tutti!!
      grazie!

      Elimina
    3. Sono felicissima Chiara:)
      Questa è la più grande soddisfazione in assoluto!
      Grazie a te,
      ti aspetto ancora, mi raccomando ;)
      un bacio,
      M.

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. avevo dimenticato di dirti che le note che hai inserito sono preziosissime, soprattutto per non lasciarsi spaventare dall'aspetto del dolce verso fine cottura ;)
      grazie ancora!!
      bacio

      Elimina
    6. Hai proprio ragione! IO ci tengo sempre a scrivere consigli e note, affichè il risultato sia ottimo e uguale al mio! E' davvero bello sentire che le persone apprezzano il mio lavoro, a volte ho paura di esagerare come precisione, ma questa è la conferma che è necessaria per assicurarvi una perfetta riuscita della ricetta :)
      Grazie mille Chiara, sei molto gentile e carina, a presto cara
      M.

      Elimina
  6. Bè mia cara, noi ci siamo dette tutto in questi giorni ma visto che finalmente ho un attimo da dedicare al web non potevo non passare da te ^_^
    bella la luce e anche i colori!!!!!!!! clap-clap
    Grazie ancora per le giornate speciali :)
    ti mando un mega bacio (e fai gli auguri alla tua mamma che io sono troppo svanita e me ne sono dimenticata)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è vero. Ci siam dette tutto! Il tempo però trascorso con te è sempre magico, continuerei a parlare con te :)
      Sono io che ti ringrazio per le bellissime ore passate insieme! Speriamo di ripetere super presto ;)

      ps. grazie anche per i complimenti sulle foto, come sai, è sempre un onore:)

      anche io ti mando un bacio mega e per gli auguri di mum, non preoccuparti, riferirò:)

      :*

      M.

      Elimina
  7. Il tuo blog è bellissimo, anche se penso di non aver mai commentato, passo da qui ogni volta che c'è un nuovo post. Ti ho assegnato un premio, è un giochino un po' stupido, se si vuole, e non so se avrai voglia di continuarlo, ma mi farebbe piacere se passassi a ritirarlo:)
    un saluto, buona domenica
    http://peanutincookingland.blogspot.it/2013/03/ebbene-ce-chi-dice-che-sono-amabile-tze.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Grazie mille per il complimento, no no, hai commentato più volte, mi ricordo di te ;)
      Purtroppo, causa tempo e scuola, non posso proprio 'accettare' il tuo premio, a malincuore. Non è per questione di voglia, anzi, il grosso problema è il tempo, che non trovo mai e che non mi permette di prendere impegni del genere.
      Ti ringrazio comunque per la proposta e per aver pensato a me :) Mi ha fatto davvero molto piacere, spero tu non ti offenda :)

      Noi ci 'sentiamo' comunque però, io son sempre qui :)
      grazie ancora,
      M.

      Elimina
    2. Oh, che sbadata allora -.-" quale offesa, anche a me fa sempre un sacco fatica mettermi a farlo perchè tra scegliere i blog, fare tutti i link e una cosa e l'altra ci perdi veramente un po' di ore, quindi capisco benissimo e non mi offendo perchè a me faceva piacere comunque assegnarlo al tuo blog:)
      ci "sentiamo" presto!

      Elimina
  8. Foto splendide: per la simpatia e l'originalità le prime (con la corteccia d'albero)e raffinatissime le seguenti. Grande Marti.
    E la torta. Una delizia.
    Io ho un sacco di amici che la birra la bevono ( e a fiumi...;))))), ma non sapevo si potesse fare un dolce così accattivante! Da provare.
    Un abbraccio e en bocia al louf x mèrtesc

    Z.T.
    Ps.
    Essere meticolosi e non maniacali è una grande virtù. Unitamente alla pazienza, naturalmente.... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ;) sapevo ti sarebbero piaciute ( anche io ne vado pazza;))
      Sì la torta è una meraviglia! Da ripetere al più presto ;) e sono convinta che ai tuoi amici (;)) piacerebbe senza dubbi :)
      So a chi stai pensando ;)
      un bacio grande e pai(meno male è andata ;))
      M.

      Elimina
  9. Torta stupenda e immagini molto belle.
    Complimenti!

    RispondiElimina
  10. Ciao ;)
    Ti ringrazio tanto, sono molto felice ti piaccia il mio spazio!
    Ti aspetto presto, :)
    M.

    RispondiElimina
  11. Mi fa pensare alle baite di montagna, alle cene con il camino, ai dessert che ti scaldano...

    RispondiElimina
  12. Grande Marty ;) questa te la rubo....torta alla guinness...sbaaaaav :P
    Bellissimo blog complimenti ;)
    Dovevi dirlo primaaaaa :D
    Matt

    RispondiElimina
  13. Ciao,
    scopro con piacere il tuo blog, con bellissime foto ed interessanti ricette. mi aggiungo ai tuoi followers!
    a presto e buona pasqua
    maia

    RispondiElimina